lunedì 8 aprile 2013

Looper.

E se... il viaggio nel tempo fosse esclusivamente nelle mani della criminalità organizzata? Diciamolo subito: Looper è un film per stomaci forti. L'ambiente in cui si viene catapultati sin dal principio è violento, cupo, in perfetto stile noir fantascientifico. 
Chi come noi ama le storie che abbiano un sostrato per lo più positivo non potrà non faticare fin dalle prime scene. Eppure, Looper è la storia di un riscatto autentico e credibile, dalle implicazioni psicologiche non trascurabili.
Scritto e diretto da Rian Johnson, con protagonisti Joseph Gordon-Levitt e Bruce Willis che interpretano il protagonista rispettivamente da giovane e da anziano, il film affronta gli inevitabili paradossi temporali in modo originale, all'insegna di un vero e proprio "loop" per cui ciò che avviene nel passato influenza direttamente e in tempo reale (mai espressione fu più azzeccata) le vicende del futuro. Compresi i ricordi, le emozioni vissute e il pensiero. Leggi tutto...
Posta un commento